Ruinart è la più antica Maison di Champagne di tutta la Regione che produce esclusivamente Champagne dal 1729. Le origini però sono ancora più lontane nel tempo, a cavallo tra il XVII e il XVIII secolo quando Dom Thierry Ruinart, un giovane monaco benedettino lungimirante e visionario, sente parlare di un nuovo vino molto di moda tra gli aristocratici di Parigi e capisce il grande potenziale di questo “vin de bulles”. Una intuizione che si concretizza ufficialmente il 1° settembre del 1729 quando Nicola Ruinart, commerciante di stoffe e nipote di Thierry, apre a Reims il suo registro contabile dedicato al “vino con le bolle”: le prime bottiglie sono per i suoi clienti, come omaggio dopo l’acquisto di stoffe ma solo 6 anni più tardi lascia il commercio dei tessuti per dedicarsi del tutto al commercio dello Champagne, passando dalle 170 bottiglie vendute nel 1730 a oltre 36.000 nel 1761 per poi affermarsi definitivamente nell’Ottocento. Una produzione basata sullo Chardonnay e sull’eleganza di questo vitigno: tutti gli Champagne Ruinart sono unici e perfettamente riconoscibili, di una purezza senza pari. Nel 1963 Moët et Chandon, oggi parte del gruppo LVMH, acquista la Ruinart che continua ad essere sinonimo di eccellenza assoluta.

61,40

Uve: Chardonnay Gradazione alcolica: 12,5% Formato: 75 cl