“Veuve Clicquot” è stata la prima donna a produrre Champagne. Tutto inizia quando Philippe Clicquot, fonda un “negozio di vini a marchio Clicquot” nel 1772 con l’ambizione di far conoscere a tutto il mondo il nuovo “vino con le bolle”, lo Champagne. Suo figlio François Clicquot sposa nel 1798 Barbe Nicole Ponsardin che eredita dal marito passione e competenze per produrre e commercializzare Champagne. a produrre Champagne unici, dalla grande personalità e sempre riconoscibili per la loro eleganza e raffinatezza. Rimasta vedova a solo 27 anni prende in mano l’azienda, diventando una delle prime grandi imprenditrici donne della storia moderna, conosciuta da tutti come “Veuve Clicquot”, cioè “Vedova Clicquot”, da cui il nome della Maison. Dal primo Champagne millesimato del 1810, alla messa a punto della liqueur de tirage utile alla seconda rifermentazione in bottiglia fino al perfezionamento della tecnica del rémuage, ogni aspetto era seguito personalmente dalla giovane vedova: questo ha messo in evidenza importanti innovazioni valide per tutta la denominazione e ha permesso a Barbe Nicole Ponsandin di far crescere l’azienda fino a farla diventare una delle Maison più rinomate di tutta la regione della Champagne. Abilissima commerciante, nel 1814 riuscì anche a superare il blocco continentale per far arrivare il suo Champagne direttamente in Russia, a San Pietroburgo, con quella che oggi è conosciuta come “cuvée Saint Petersbourg”. Una storia di eccellenza che continua anche oggi darci Champagne unici, dalla grande personalità e sempre riconoscibili per la loro eleganza e raffinatezza, sotto la direzione di LVMH proprietario della Maison dal 1986.

68,90

Uve: Pinot Noir 62%  Chardonnay 30% Pinot Meunier 8% Anno: 2008 Gradazione alcolica: 12% Formato: 75 cl

64,70

Uve: Pinot Noir 60%  Chardonnay 33% Pinot Meunier 7% Anno: 2012 Gradazione alcolica: 12% Formato: 75 cl