Archivio Categoria: Tecnico ma non troppo

Il Grillo, un vitigno generoso

Il Grillo è un vitigno a bacca bianca presente nella parte occidentale della Sicilia, nella zona di Trapani. Si dice sia arrivato dalla Puglia dopo la filossera di fine ‘800. La Sicilia conta oltre 100 vitigni autoctoni considerati i genitori di altri vitigni diffusi in Italia e in Europa: il Grillo però ha una storia […]

Il Lambrusco e il ritorno alle origini

No, non parlo di origini intese come luogo perché il Lambrusco è da sempre allevato e prodotto in Emilia-Romagna nelle provincie di Modena, Parma e Reggio-Emilia. Mi riferisco alla sua essenza. Nella prima metà del Novecento il Lambrusco era un vino decisamente secco e, come succedeva per lo Champagne, la sua schiuma era prodotta mediante […]

Tappi da vino. A ognuno il suo

Siamo talmente abituati a stappare bottiglie con tappi di sughero che pensare a qualcosa di alternativo che conservi il vino altrettanto bene, se non meglio, ci sembra improbabile. Eppure nel corso degli anni si sono fatti strada metodi alternativi di chiusura forse meno evocativi del sughero ma altrettanto validi. E come per ogni cosa, ci […]

Il Sauvignon e il gusto del compromesso

Il Sauvignon Blanc è un vitigno che, insieme allo Chardonnay, è considerato la varietà a bacca bianca più diffusa e famosa al mondo, da cui si ottengono alcuni tra i vini bianchi secchi aromatici più ricercati come il Poully Fumè e il Sancerre in Francia, e il Sauvignon, sia in purezza che insieme ad altri […]

Bolgheri, non solo Sassicaia

È impossibile parlare di vini rossi senza parlare della Toscana e di Bolgheri, una frazione del comune di Castagneto Carducci, in provincia di Livorno, al centro della Maremma, proprio sulle ultime propaggini delle Colline Metallifere. Il territorio di Bolgheri è come un corridoio: alle pendici delle colline troviamo la maggior parte dei vigneti che crescono […]

Aglianico, il vino per chi sa aspettare

L’Aglianico è un vitigno a bacca rossa che produce alcuni tra i migliori vini rossi del nostro sud: trova il suo habitat ideale principalmente in Basilicata sui terreni dell’antico vulcano spento del Vulture, in Campania nelle zone di Benevento e Avellino e recentemente è stato introdotto anche in California e in Australia, dove è molto […]

La Barbera, il vino della convivialità

La Barbera, o il Barbera, è un vino tipico del Piemonte ricavato dall’omonimo vitigno autoctono che, insieme al Sangiovese, è il vitigno più coltivato in Italia. La sua espansione è stata costante nei secoli e oggi è il più diffuso nelle zone di Alessandria, Alba, Asti e nell’Oltrepò Pavese. In una carta del 1600 conservata […]

Tutti a tavola, con il bicchiere giusto

Eccoci qui, dopo giornate frenetiche alla ricerca dei regali, dopo aver addobbato ogni angolo di casa e aver deciso il menù da condividere con parenti e amici, ci siamo…è arrivato il momento di preparare la tavola! Che sia una mise en place elegante o informale certi elementi non possono mai mancare: ricordo di famiglia o […]

Barolo e Barbaresco: gemelli diversi

Abbiamo già parlato del Nebbiolo e di come questo vitigno sia l’espressione di una combinazione precisa di microclima, terreno e esposizione. Sicuramente il vino 100% Nebbiolo più famoso è il Barolo, così speciale proprio per le condizioni uniche del terroir in cui cresce e perché realizzato con uve di Nebbiolo coltivate esclusivamente in 11 comuni […]

Infinite sfumature di Nebbiolo

Il Nebbiolo è un vitigno autoctono a bacca nera del Piemonte, dove è coltivato giá dal 13° secolo e che dà origine ad alcuni dei vini più pregiati e longevi del mondo. Gli acini hanno la polpa è dolce, succosa, con la buccia sottile ma resistente e ricca di tannini, di colore violaceo scuro, che in autunno […]